Seleziona una pagina

Monaco di Baviera in 5 monumenti: i must see

Sicura di sé, all’avanguardia, folkloristica, tradizionale e romantica: così si presenta Monaco di Bavierala capitale bavarese in cui modernità e costumi popolari convivono così armoniosamente.

Di seguito un elenco 5 luoghi must assolutamente da visitare, specie per chi non è mai stato in città.

 

Monaco di Baviera in 5 monumenti

1) Statua della Baviera

Davanti alla Ruhmeshalle, all’interno del Theresienwiese, si trova la statua che dà il nome alla regione, la Baviera. Un’amazzone di 18 metri, che si rivela una delle statue più grandi al mondo accompagnata da una ghirlanda di foglie d’edera cinta tra le mani. Durante l’Oktoberfest potrete arrampicarvi al suo interno, grazie a una piccola scala a chiocciola, per godere di un’indimenticabile vista attraverso i suoi stessi occhi.

2) Olympiaturm – Torre Olimpica

Monaco di Baviera sarà letteralmente ai vostri piedi. Un panorama mozzafiato incorniciato dallo splendido arco delle Alpi. Si trova all’interno del celebre Parco Olimpico. Con il biglietto d’ingresso avrete accesso anche al Rock Museum, situato all’apice della torre. Qui troverete una poesia scritta da Jim Morrison, una chitarra firmata da O. Osbourne e una collezione di biglietti e fotografie di concerti. La Torre è una torre televisiva, ma al tempo stesso rappresenta uno dei simboli della città, con i suoi 190 metri d’altezza, percorribili con un velocissimo ascensore.

3) Olympiastadion

Fate una passeggiata sul tetto dell’Olympiastadion, la vista non tradirà le vostre aspettative. La struttura, opera di Frei Otto, è costituita da acciaio e plexiglass. Verrete agganciati a un cavo d’acciaio e legati a una corda; vi arrampicherete durante una visita guidata che vi mostrerà i dettagli architettonici dello Stadio. L’esperienza, unica nel suo genere, è sconsigliata a chi soffre di vertigini.

La durata del tour è di 2 ore, e si consiglia di indossare scarpe da tennis con suola in gomma antiscivolo.

 

4) Frauenkirche

La chiesa, uno dei più importanti punti di riferimento della città, rappresenta la culla spirituale di Monaco di Baviera. Si impone alla vista, stagliandosi sulle altre chiese con le sue grandi cupole che raggiungono l’altezza di 90 metri. Dalla torre meridionale potrete godere di vedute panoramiche nella stagione tra aprile e ottobre. Costruita in stile tardo gotico nella seconda metà del 1400, la cattedrale conserva ancora parte del suo splendore originale, venne bombardata durante l’ultimo conflitto mondiale e ricostruita. Di particolare importanza le placche di Bronzo di Papa Benedetto XIV e il cenotafio di Ludovico il Bavaro.

La punta della cupola della torre nord della Frauenkirche rappresenta, inoltre, il punto di riferimento a partire dal quale si misura la regione bavarese. All’interno potrete visionare le più antiche sepolture dei Wittelsbach custodite nella città.

Monaco di Baviera- Torre Cinese

5) Monopteros

Monaco di Baviera, sinonimo per eccellenza della birra, ospita molti Englischer Garten, tra cui Monopteros, un piccolo tempio greco di forma circolare risalente al 1838. Commissionato da Ludwig I, è situato su una collina artificiale di circa 15 metri, ottenuta dai materiali di scarto della Residenz. Da qui potrete ammirare uno dei migliori panorami sul giardino inglese e sul centro storico di Monaco di Baviera.

Monaco di Baviera o Praga?

Città splendida, Monaco di Baviera sa dare filo da torcere alla capitale boema, Praga, in particolare durante il mese di dicembre, con i mercatini di Natale. Entrambe offrono uno scenario meraviglioso, con i principali monumenti illuminati e addobbati a festa, e con quella bellezza unica con la quale attirare i turisti.

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2009, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, si occupa di viaggi e promozione culturale, scrivendo di storie, confidenze e tradizioni che profumano di terre lontane.
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.